sabato 12 aprile 2014

Le teste di terracotta del Barone U.J. DeLang

ref. n°2- scaffale n°5- settore A
 
il piccolo quadro con le teste


 Quando di mezzo ci sono storie di fantasmi, di artefatti misteriosi e di scomparse improvvise....tutte le persone addette al magazzino e alla catalogazione, sembrano rendersi indisponibili. Quel settore del magazzino sembra essere pregno di cariche "spirituali" o quant'altro. Questo piccolo quadro contiene quattro teste di terracotta appartenute al barone Ulcan Jacobus DeLang, un nobile Belga vissuto agli inizi del 1900. In uno dei suoi viaggi in terre straniere, uno sciamano realizzò per lui 4 teste con della terra, dicendogli che avrebbero portato consigli e prosperità. Troppo tardi scoprì che quella terra proveniva da una fossa comune e che quelle teste, pregne di energie, sembra che riuscissero a parlare davvero. Il barone finì per impazzire, ma il suo servo personale, fino alla morte, giura di aver sentito realmente più persone parlare in una stanza in cui era presente solo il barone. Il quadro rimase per molti anni nella cassaforte della villa del barone, poi il servo lo consegnò al professor De Benedettis. 
Non è dato sapere, in quanto il professore non lo ha riportato da nessuna parte, se le teste  hanno continuato a parlare.
 

Dettaglio di una delle teste